fbpx
NOVITÀ

8 cose da sapere prima di acquistare nuove finestre in pvc

14 marzo , 2014 2 commenti

Dopo l’enorme successo di “Come scegliere i serramenti” e delle guide agli incentivi fiscali, siamo tornati per aiutarvi nella scelta dei vostri nuovi infissi!

8 cose da sapere prima di acquistare nuove finestre in pvc NOVITÀ Guide e consigli

Se il momento dell’acquisto dei serramenti si fa sempre più vicino ecco qui almeno 8 cose da sapere prima di gettarvi nella mischia ed entrare negli showroom per scegliere nuove finestre per la vostra casa!

1. Prodotto finito o prodotto assemblato ?

Inutile dirlo. Non tutte le finestre sono uguali. Il prodotto finito è una finestra che viene costruita dalla A alla Z dalla solita azienda, che controlla la qualità di tutte le fasi della fabbricazione e garantisce un prodotto qualitativamente migliore. L’azienda produce profili in pvc esclusivi (che non commercializza a nessuno), vetricamera e tutti gli accessori necessari. Il prodotto assemblato invece è frutto della collaborazione di più aziende che producono ognuna un componente che poi verrà lavorato e assemblato da persone diverse con macchinari di qualità spesso differenti. In questo caso il controllo della qualità della finestra è molto difficile e non sempre il prodotto finale rispecchia le qualità dei singoli componenti, poiché il solito profilo potrebbe essere lavorato da un piccolo artigiano con strumentazioni di scarsa qualità, da una media azienda con macchinari di media qualità o dalla grande industria con centri di lavoro e personale altamente specializzato.  Ovviamente per chi acquista un prodotto assemblato non è semplice capire chi lo produce!

2. Vetri di sicurezza sulle portefinestre? Sono obbligatori

Sulle portefinestre sono obbligatori per legge i vetri di sicurezza (stratificati o temperati) per la parte interna del serramento. Nei prossimi mesi la nuova normativa includerà probabilmente l’obbligo del vetro di sicurezza interno anche per le finestre.

3. Profili in pvc Classe S ?

Negli stati sud europei come italia, spagna, grecia, ecc. a causa di un clima molto più caldo del nord europa la norma UNI EN 12608-2005 prevede che siano installati infissi in pvc  Classe S (clima severo). La maggior parte dei profili low cost provenienti da paesi dell’est sono in Classe M (clima moderato) e con il nostro clima potrebbero incontrare notevoli problemi di deformazione dovuta alle alte temperature estive!

4. Oltre le 2 ante… c’è il piantone!

Le ante dei serramenti in pvc possono pesare anche oltre i 40 kg, quindi scordatevi le aperture a 3 ante con un anta che si apre a libro sull’altra. Negli infissi in pvc (finestre e portefinestre) oltre le 2 ante c’è sempre un piantone verticale che nonostante possa realizzare tutte le ante apribili, mi impedirà di avere l’apertura totale completamente libera.

5. Isolamento termico?

Appena entrati in uno showroom di serramenti sentirete subito parlare di isolamento termico, trasmittanza, W/mqK. Ma cosa bisogna sapere realmente? Innanzitutto è necessario sapere in quale fascia climatica si trova la nostra abitazione (scopri ora) in modo da conoscere il valore minimo da rispettare per potere usufruire delle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. Un buon infisso in pvc ha una trasmittanza (Uw) che varia da 1,1 a 1,3. Infissi con triplo vetro o con particolari caratteristiche prestazionali hanno valori inferiori a Uw 1,0 fino ad arrivare a Uw  0,6 e sono spesso utilizzati per la realizzazione di case passive. Le finestre con le migliori prestazioni termiche sono certificate “Casa clima”

6. Profilo in massa, goffrato o pellicolato ?

Il pvc generalmente viene estruso nel colore bianco e talvolta avorio e la sua superficie ha un aspetto plastico e lucido. Queste sono le finiture base della maggior parte di produttori di finestre in pvc. Per riprodurre altri colori e imprimere un effetto simile alla venatura del legno può essere applicata al momento dell’estrusione una pellicola sottilissima che ricrea l’effetto legno nelle finiture avorio, bianco, noce, castagno, ecc. Finstral è l’unico produttore che tramite una speciale lavorazione riesce a donare al momento dell’estrusione del profilo in pvc una finitura goffrata con un effetto venato o satinato in diversi colori senza utilizzare alcuna pellicola applicata. Questo è un vantaggio enorme rispetto a tutti i prodotti in commercio perché significa costi minori e qualità e durata del profilo sicuramente maggiore.

7. Non tutte le finestre hanno la solita superficie vetrata

Non tutti i profili sono adatti al mercato Italiano. Molte finestre provenienti dal nord o dall’est europa hanno una linea molto pesante ed esteticamente sono costituite da profili molto ingombranti che installati sulle nostre aperture, talvolta di misure ridotte, diminuiscono notevolmente la superficie vetrata dei serramenti. Tra una finestra A e una finestra B a parità di dimensioni potrebbe esserci una differenza di oltre 40 cm quadri di vetro in più o in meno.

8. Assistenza e postvendita

Prima di acquistare serramenti informatevi sempre sull’assistenza e sui programmi di postvendita proposti dal vostro showroom di fiducia. Acquistare nuovi serramenti è come acquistare un auto! Quindi sarà importante nel tempo avere a disposizione dei buoni “meccanici” che in caso di necessità possano intervenire per risolvere qualsiasi problema.

Se vi è piaciuta la nostra guida e volete rimanere aggiornati e scoprire i prossimi nostri nuovi artivoli cliccate “mi piace” sulla nostra pagina facebook 

Omnia Serramenti 2014 © Riproduzione riservata

2 Commenti su “8 cose da sapere prima di acquistare nuove finestre in pvc

    1. Finstral in realtà realizza l’apertura a libro delle finestre a 3 ante… anche Nurith e probabilmente anche altre aziende. Da quanto ho capito mettono dei rinforzi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I NOSTRI PARTNER

Se sei arrivato fin qui, non sprecare il tuo tempo:
È prezioso e noi lo sappiamo.
Fissa un appuntamento con un tecnico nel nostro showroom.
Richiedi Appuntamento